Contatti: info-line 011.9969939 | info@solidweb.it

A chi affidarsi per realizzare il tuo nuovo sito web?

Ti sei già trovato nella situazione di decidere a chi affidare la realizzazione del tuo nuovo sito web?

Se sei un imprenditore, un libero professionista o gestisci una attività locale, quasi sicuramente ti sarai già imbattuto nella necessità di realizzare un sito web. E se non ti è ancora successo è molto probabile che, siccome stai leggendo questa pagina, tu abbia questa bella gatta da pelare proprio in questo momento.

In un caso o nell'altro, che idea ti sei fatto? A chi hai affidato, o affideresti, la realizzazione del tuo sito web?

Nella stragrande maggioranza dei casi la risposta è, senza il minimo tentennamento: "al mio grafico di fiducia".

In questo articolo proveremo ad offrirti il nostro punto di vista su questo aspetto che deve essere attentamente valutato per ottimizzare al massimo il proprio investimento e non renderlo del tutto inutile.

Cosa richiede un sito che converte? (ovvero che raggiunge il suo scopo: vendere di più)

Quando si realizza un sito web, l'obiettivo è sempre quello di raggiungere uno scopo:

  • Se si tratta di un ecommerce l'obiettivo è vendere, e vendere sempre di più, e quindi essere trovati da un numero sempre crescente di possibili acquirenti
  • Se si tratta di un sito vetrina o di un blog la finalità è quella di farsi conoscere ed ampliare il proprio pubblico, possibilmente "portando a casa" qualche contatto a cui inviare newsletter, promozioni ecc..
    Questo significa farsi trovare da chi ancora non ci conosce, perché sicuramente chi ci conosce già non ha bisogno di venire sul nostro sito per sapere cosa facciamo e di cosa ci occupiamo. Al massimo ritorna sul sito se sapremo offrire spesso contenuti nuovi, interessanti ed utili

Raggiungere questi obiettivi significa "convertire" una visita al sito nel raggiungimento di quello che ci si era prefissato.

Perché la realizzazione di un sito web che "converte" non può essere affidata (solo) al corretto abbinamento di colori, alla realizzazione di immagini attraenti, e ad aspetti prettamente legati alla comunicazione visiva?

Il grafico è quel tipo di professionista che cura diversi aspetti della comunicazione verso un pubblico, realizzando loghi e dando prova della sua creatività visiva contribuendo allo sviluppo di campagne di vario tipo. Le sue competenze sono indispensabili per facilitare il trasferimento di messaggi, tipicamente pubblicitari, verso il pubblico di riferimento.

A differenza di un grafico, il web designer è una professionalità in grado di mettere in piedi un sito web da zero e personalizzarlo in tutti gli aspetti, tenendo sempre d'occhio, però, le necessità legate alla conversione che il sito deve portare, sia essa la vendita o il reperimento di contatti.

Se abbiamo bisogno di un check-up della nostra salute non ci affidiamo ad una unica persona per controllare il funzionamento del cuore, dei denti, degli occhi, e così via, e anzi, se un medico ci dicesse di essere in grado di fare tutto quanto ci stupiremmo alquanto e probabilmente ci rivolgeremmo altrove. Nonostante questi professionisti siano tutti medici ed abbiano fatto gli stessi studi di base.

Un progetto web richiede competenze specifiche

Un progetto web, allo stesso modo del check-up, non può essere affrontato da un tuttofare, che probabilmente sarà in grado di affrontare alla perfezione uno dei tanti aspetti del progetto, ma che non sarà in grado, da solo, di affrontarne in pienezza la complessità.

Gli aspetti cruciali di un progetto web riguardano competenze molto diverse tra di loro:

  • SEO: conoscenza del funzionamento dei motori di ricerca per dare le indicazioni corrette per lo sviluppo di un sito che non abbia problemi di ottimizzazione
  • Programmazione: per curare la realizzazioni del sito, a maggior ragione se si tratta di un ecommerce
  • Sistemista: per curare e manutenere nelle migliori condizioni l’hosting del sito, con le compentenze necessarie anche per garantire la sicurezza del sito, e molte altre cose
  • Grafico WEB: per curare l’immagine online
  • Web Marketer: una professionalità in grado di studiare e suggerire la corretta strategia di visibilità e di comunicazione, sia "organica" (quindi basata sui risultati di ricerca) che "a pagamento" (quindi tramite campagne sponsorizzate), o magari anche integrando online e offline
  • Web Analyst: professionista in grado di analizzare i dati che derivano dalla presenza sul web

Per quanto riguarda l'aspetto della grafica, quando parliamo di un "grafico web" parliamo di una professionalità specifica, specializzata nella comunicazione on-line, che è ben diversa da quella cartacea o cartellonistica.
Quindi, affidare il proprio sito web a chi ci ha sempre disegnato le brochure o i volantini non è detto che porti gli stessi benefici.

Quali i rischi di affidarsi ad un tuttofare?

Affidarsi ad una persona che ha magari una ottima competenza specifica, ma che non può avere competenze così vaste, può portare alla realizzazione di un progetto incompleto, per il quale è stato fatto un investimento che ben difficilmente potrà portare i benefici sperati.

Capita molto spesso, per esempio, di vedere siti web nei quali vengono disattese anche le implementazioni di base per l'ottimizzazione per i motori di ricerca.
Questo fa si che il sito non sarà presente nelle prime posizioni (o comunque nelle prime pagine) dei risultati di ricerca, e questo non va di certo a vantaggio del ritorno dell'investimento.

Un altro rischio molto forte è che il sito venga hackerato. Un grafico (ma anche un SEO o un Web Marketer) non può avere competenze sistemistiche tali che gli consentano di mettere il più possibile in sicurezza il sito web, che rimane così in balia dei moltissimi maleintenzionati che circolano su internet.
E non vale il discorso "a chi vuoi che interessi hackerare il mio sito?!?" perché i tipi di attacchi sono di varia natura e con diverse finalità, quindi nessuno può sentirsi al sicuro.

I siti web non hanno vita eterna, ed ogni tanto vengono rifatti, per migliorare la propria immagine, aggiungere funzionalità o per adeguarlo a nuove necessità. E' in questa fase che si manifesta uno dei rischi più frequenti: quello di perdere le posizioni faticosamente raggiunte sui motori di ricerca, cosa molto grave nel caso di un ecommerce, perché significa quasi azzerare il fatturato derivante da questo canale di vendita.
La migrazione da un vecchio sito ad uno nuovo, per il quale non si vuole rischiare di perdere il posizionamento, deve seguire una serie di passaggi e di implementazioni tecniche che ben difficilmente un grafico conosce: si limiterà a cancellare il vecchio sito e caricare quello nuovo e... buuum! Il gioco è fatto: Google non trova più le vecchie pagine e ci metterà molto tempo a "conoscere" quelle nuove, e nel frattempo il sito sparisce dai risultati di ricerca.
Tutto questo perché le competenze per eseguire una migrazione corretta non sono appannaggio di un grafico (o anche di altre figure professionali del web).

Qual'è la soluzione?

Una soluzione unica non esiste, ognuno può trovare la propria. Ci sentiamo però di dare qualche indicazione che riteniamo utile per individuare il proprio percorso:

Qualche premessa però è d'obbligo:

  • Prima di tutto bisogna essere pienamente coscienti che un progetto web dal quale ci si aspetta qualche tipo di ritorno non può essere gratis o a basso costo, proprio perché è necessario coinvolgere competenze differenti
  • Di conseguenza è necessario mettere in conto che se non si affrontano nel modo corretto tutti gli aspetti necessari, il progetto non potrà dare i risultati sperati. Per esempio, se non viene affrontata l'ottimizzazione SEO, ben difficilmente chi non conosce il sito arriverà a visitarlo perché non sarà visibile tra i risultati di ricerca. Ha senso investire per portare visite al sito solo da chi ne ha trovato l'indirizzo URL sulla nostra carta intestata o nella firma di una mail, e che quindi probabilmente già ci conosce?
  • Il sito web deve far parte di una strategia di inbound marketing finalizzata ad attrarre clienti. Realizzarlo solo per poter dire "abbiamo anche noi il sito web" non ha nessun senso, perché se non rientra in una strategia più ampia non otterrà visite, e sarà quindi un investimento totalmente inutile.

E qualche indicazione.

  • Se possibile affidare la realizzazione ad una agenzia web che racchiuda al proprio interno più specializzazioni possibile
  • Se si lavora da tempo con un professionista di fiducia e si vuole affidare a lui la realizzazione del proprio progetto, verificare che abbia in essere collaborazioni con altri professionisti o agenzie in grado di mettere in campo tutte le professionalità necessarie per raggiungere gli obiettivi che derivano dalla strategia di presenza sul web

Ovviamente nessuna opzione può garantire il successo al 100%, ne una agenzia ne uno staff di professionisti.

Quello che è certo è che affidarsi ad una unica persona che non lavora in sinergia con altri professionisti del settore ha una percentuale molto più alta di rischio di fallimento del progetto, perché, come abbiamo già detto, una persona sola non può essere competente in tutti gli ambiti indicati prima, che richiedono pratica, studio ed approfondimento.

Conclusioni

La realizzazione di un sito web (sito vetrina, blog, ecommerce) deve essere affrontato come un progetto di qualsiasi altro tipo. Prima di tutto deve essere progettato, poi sviluppato, ed infine verificato.

Come tutti i progetti richiede il coinvolgimento di professionalità diverse, ognuna competente nel suo ambito.

E come tutti i progetti ha un costo, che deve essere messo in conto, dimenticandosi che il web sia gratis.

Ricordando che l'ambito in cui si muove un sito web richiede competenze di diverso tipo, e che è bene affrontarle tutte quante.

Autore: | Data di pubblicazione: 29 Aprile 2017
ti sei già domandato a chi affidare lo sviluppo del sito web?
Stavi proprio cercando qualcuno per realizzare il tuo nuovo sito web?

Contattaci per valutare cosa possiamo fare per te!




Potrebbe interessarti anche:

E' ancora importante avere un sito web aziendale?

Con l'avvento dei social network e di altre forme di comunicazione, si potrebbe essere tentanti di considerare anche il sito web come uno strumento ormai obsoleto. Non crediamo sia così, anzi, ed in questo articolo abbiamo riportato alcune considerazioni sull'importanza dei siti web aziendali

Non basare un progetto sugli strumenti

Troppo spesso si pensa che il successo di un progetto web dipenda dagli strumenti usati, oppure che il semplice fatto di avere dei tool a propria disposizione (spesso gratuiti) consenta di realizzare un ottimo progetto.
Noi pensiamo che non sia così, ed in questo articolo ne spieghiamo i motivi.

Quanto costa il posizionamento del sito?

Il posizionamento del sito web sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca è una delle attività più importanti quando si cerca di raggiungere il maggior numero possibile di possibili utenti del nostro sito. E come tale ha dei costi. In questo articolo abbiamo riassunto alcune considerazioni in merito alla SEO.

Realizzazione siti web Torino

Le nostre attività di realizzazione siti web


Relizzazione siti web e posizionamento sui motori di ricerca - Torino